Not your language? Change your country to display the content specific to your language here :)

Visita di Piazza del Campidoglio a Roma

Visita di Piazza del Campidoglio a Roma

Tutti i nostri aparthotel a Roma

Posizione geografica

Storicamente il Campidoglio era il più piccolo dei colli romani, luogo sacro ed sede del potere della città. Durante il Rinascimento, grazie alle grandi opere di sviluppo realizzate sotto la guida di Michelangelo, il Campidoglio divenne sede del potere civile, di fronte alla nuova città dei papi: il Vaticano.

Vuoi andare in Piazza del Campidoglio a Roma ma non sai come fare? È semplice. Se sei già nella capitale italiana, procurati una mappa della città di Roma. Cerca di individuare "Municipio" o "Comune di Roma". Infatti, il Palazzo Senatoriale o Municipio, il Palazzo dei Conservatori, il Nuovo Palazzo e la Sede del Campidoglio formano un tutt'uno. Rappresentano il patrimonio antico e hanno una dimensione simbolica: la presenza dello Stato nella città papale.

 

Elementi imperdibili del patrimonio antico da vedere

  • La statua dell'imperatore Costantino sulla balaustra del Campidoglio.
  • La statua equestre di Marco Aurelio assapora la gioia della vittoria nel giardino.
  • I gradini del Palazzo Senatoriale sono decorati da una nicchia che ospita un'antica statua di Minerva, in marmo bianco e porfido, trasformata per esaltare la dea Roma.
  • I dipinti che ricoprono le pareti e i pavimenti delle sale della collezione.

 

Le tappe che caratterizzano il Campidoglio

Nell'antichità, il Campidoglio era una collina sacra: sede del potere politico e religioso dell'impero, luogo alto della Roma repubblicana e imperiale. Durante il Rinascimento, Michelangelo ne fece un capolavoro. L'unità d'Italia o il Vittoriano si evidenzia con la presenza simbolica dello Stato nella città papale. Mussolini manipolò a suo modo la memoria dell'antica Roma per le esigenze dell'ideale fascista.